San pietro in Gu > Interattività > Fotografie tridimensionali

 visualizza a tutto schermo

 visualizza a tutto schermo

 visualizza a tutto schermo

 visualizza a tutto schermo


Cenni storici sulla fotografia 3D
La fotografia 3D nacque tra il 1830 e il 1840, quando lo scienziato inglese Charles Wheatstone realizzò un sistema ottico in grado di rendere la visione tridimensionale: in epoca prefotografica si potevano già osservare disegni a rilievo. L'invenzione ottica di Wheatstone venne perfezionata ed adattata alla nascente fotografia da Sir David Brewster che realizzò il primo stereoscopico nel 1849; Le lenti di osservazione si trovavano alla medesima distanza degli occhi, le riprese venivano effettuate con lo stesso criterio. Vide così la luce lo stereoscopio a rifrazione, grazie al quale le fotografie acquisivano una maggiore dimensione, facendo sì che l'osservatore vedesse un'unica immagine da due punti di vista diversi. Ciò spiega come mai gli odierni anaglifi, (le foto tridimensionali), diano l'impressione di una doppia esposizione, se viste senza l'ausilio degli occhiali.



Per ricevere informazioni sugli appositi "occhiali 3D", compilare il form a lato o chiamare lo 049 5991999 oppure inviare una e-mail all'indirizzo: info@sanpietroingu.net

Nome:
Cognome:
Via:
Numero civico:
Paese:
Provincia:
Cap:
Email:
Consenso al trattamento dei miei dati:
Si
No